calpestio acustica pavimento galleggiante rumori impatto

Avete presente quando la signora dell’appartamento di sopra cammina a tutte le ore con i tacchi a spillo dentro casa?

La domanda che ci facciamo tutti è: ma perchè gira con i tacchi a spillo dentro casa, a tutte le ore?

La risposta è che probabilmente, anche se portasse scarpe normali, la situazione non cambierebbe: sempre rumori da calpestio derivanti dall’impatto nel camminare.

La causa dei rumori da calpestio: condizioni.

In realtà la causa la si conosce: il calpestio, ovvero semplicemente camminare. Trattandosi di rumori da impatto, non solo il camminare, ma tutte quelle attività che impattano sul pavimento, generano rumore che sentiremo nell’appartamento sottostante

L’impatto che un peso ha sul solaio, trasmette il rumore per vibrazione alle strutture connesse.

Possiamo avere due casi: essere noi la vittima dei rumori del calpetio dell’appartamento sopra il nostro, oppure essere noi la causa e disturbare quelli del’appartamento sottostante.

Esiste una soluzione per eliminare/ridurre i rumori da impatto?

Eliminare completamente i rumori derivanti dal calpestio è una missione quasi impossibile. 

Utilizzare i materiali corretti, e scegliere di posarli in modo da de-solidarizzare le strutture, permette di ridurli fino ai limiti accettabili: ovvero non percepirli o percepirli in modo lieve e acusticamente sostenibile.

Per raggiungere l’obiettivo, dobbiamo trovare il modo di evitare che le vibrazioni derivanti dall’impatto sul pavimento, si trasmettano sul solaio (e di conseguenza sulle pareti).

Il pavimento galleggiante

Per de-solidarizzare le strutture, si interpone tra il massetto e il solaio, un pannello acustico, che avrà proprio la funzione di assorbire le vibrazioni derivanti dall’impatto dei pesi sul pavimento.

Nell’immagine di sopra, si vedono, partendo dal basso, 

  • solaio (pignatte in laterizio e travetti, con caldana)
  • in grigio leggermente più scuro il massetto per la copertura degli impianti
  • sopra, un tappeto acustico, che separe le parti di sopra da quelle di sotto
  • sopra il tappeto, un nuovo massetto
  • e in ultimo, colla e piastrelle

Il tappeto acustico anti calpestio ha la funzione di separare il massetto e pavimento di sopra, dal massetto e solaio di sotto: in questo modo, il calpestio sul pavimento, non si trasmetterà al solaio e quindi sotto forma di rumore all’appartamento sottostante, ma sarà assorbito (tutto o in parte) proprio dal massetto.

Posa del materassino (o tappeto, o pannello) anti calpestio: attenzione ai dettagli.

Affinchè la posa del materassino anti calpestio, è necessario avere particolare cura nei dettagli. 

In modo particolare, dobbiamo evitare che le vibrazioni del nostro massetto-pavimento, che abbiamo staccato dal solaio grazie al tappeto, non si trasmettano per via orizzontale ai tramezzi, che a loro volta, poggiando sul solaio, potrebbero trasferire tutto al piano di sotto, vanificando il risultato desiderato.

Per evitare questo fenomeno di trasmissione tramite tramezzo, sono necessari tre accorgimenti:

  1. posizionare sotto il tramezzo una banda “tagliamuro” (taglia muro) che sarà la partenza per la posa del nostro tramezzo. Grazie alla banda taglia muro, tutti i rumori assorbiti (da impatto o per via aerea) dal tramezzo, saranno attenutati, e non trasmessi (o trasmessi solo in parte) al solaio sottostante.
  2. posizionare una banda perimetrale a forma di L che parta in orizzontale da sotto il materassino anti calpestio, e prosegua in verticale lungo il tramezzo.
  3. evitare che il battiscopa trasmetta la vibrazione al tramezzo
particolare banda perimetrale
altro particolare banda perimetrale
esempio di posa battiscopa

Hai bisogno di aiuto? Informazioni o Preventivi? 

Contattami